Vorrei, vorrei ma... Non posso.

17 Comments

Non so nemmeno io da dove cominciare.
Il fatto è che quando butti nero su bianco, così, senza badare troppo alla forma, poi mica puoi sfuggire alla realtà. Ed io questo l'ho sempre saputo, motivo per cui ho rimandato tante volte la stesura di questo post.
L'11 Marzo il mio fidanzato ha subito un'intervento chirurgico e Dio solo sa quanto ho pianto e quanta paura ho avuto... A distanza di tempo non riesco a dimenticare tutte quelle sensazioni che per giorni mi hanno ridotta ad uno straccio. Ho seriamente temuto di perderlo, e non so se qualcuno può capirmi. Temevo di non vederlo più uscire dalla sala operatoria, e in un attimo sono stata sopraffatta dai ricordi e da quel sorriso che non sapevo se avrei rivisto... Perchè quando la persona che ami è sotto ai ferri, quando l'intervento dura più delle due ore e mezzo preventivate, un po' di preoccupazioni affollano il tuo cervello, inevitabilmente...
E mi son ritrovata in una corsia d'ospedale a stringere il libro delle preghiere, per trovare una forza che in quel momento non sentivo mia...
Ero alla continua ricerca di una mano, la sua, da poter stringere... Una mano che, in quelle ore interminabili, non trovavo tra quei letti che trasudavano speranza. E se per giorni avevo coltivato l'assurda convinzione che andasse tutto tremendamente bene e non c'era nulla di cui preoccuparsi, mentre attendevo l'esito dell'intervento, mi sono sentita schiava di un destino che non volevo accettare... Perché accettarlo significava anche arrendersi, alzare le mani al cielo e ammettere che noi avevamo perso. Come singole persone e forse un po' anche come coppia.

Perchè l'avverti poi quella tensione... E se da un lato sei felice di avere qualcuno al tuo fianco e di stargli accanto, dall'altro lato desideri solo che ti lasci in pace, e ti fai piccola piccola, in un angolo di cuore ad aspettare che tutto passi, perchè sei convinta che il troppo amore stroppia.
Pochi giorni prima dell'intervento, ho vissuto in un limbo, tra l'utile e lo sterile. Se c'erano volte in cui riuscivo a strappargli un sorriso nonostante tutto, molte altre mi sentivo quasi d'impiccio. Avvertivo la sua ostilità, il suo volermi allontanare perchè magari certe sensazioni mica potevo capirle... Ed io mi sforzavo, giuro, a cercare di comprenderlo nei suoi momenti no, anche se quei momenti diventavano alla fine soprattutto miei e non solo perchè mi preoccupavo anche io per lui, ma perchè di rimando, vivevo tutta la sua tensione all'ennesima potenza.
E' stato un periodo difficile, complicato che forse, anzi sicuramente, deve ancora passare.
E non so nemmeno in che stato ne usciremo... Forse distanti, incapaci di intendere e volere.
O forse distrutti, con parecchie ferite, ma pur sempre uniti.
E a me piace pensare alla seconda ipotesi.
Due persone, con un solo cuore da sfamare.

 Continueranno a cercarsi? Probabilmente sì, come fanno da secoli. Lo faranno finché non riusciranno a smettere di perdersi, anche se adesso hanno promesso a loro stessi di aver per sempre chiuso l’uno con l’altro. Continueranno a incontrarsi, a cercarsi senza saperlo. Ma perché non smettono di scappare l’uno dall’altro? Perché un amore del genere è difficile da gestire e fa paura. Ma loro continueranno a cercarsi. È scritto nel loro destino.
(Fabio Volo, Il tempo che vorrei)



You may also like

17 commenti:

  1. Sei forte, siete forti. La vita a volta ci mette di fronti situazioni e ostacoli difficili da superare. Sono le scale in salita che ci faranno uscire più distrutti o più forti di prima. E' vero, quando si ha un "male", a volte si tende ad allontanare e a trattar male le persone che si amano perché non vorremmo mai farci vedere distrutti o deboli. Affronta il tuo destino, un abbraccio Layla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio brutto vedersi "sbattere" la porta in faccia, quando l'unica cosa che vorresti fare è stare accanto a chi in questo momento sta soffrendo... Perchè sta soffrendo, anche se vuole mostrarsi forte...

      Elimina
  2. Tesoro mio come ti capisco, ho perso il mio compagno di vita solo due anni fa e so cosa si prova..
    Ma questo non è il tuo caso, finchè c'è vita c'è speranza e tu ne devi avere tanta...
    Il momento è critico per lui, ma il vero amore trionfa sempre nonostante le difficoltà..
    Ti auguro tanta felicità e ti stringo forte forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho imparato, col tempo, ad avere speranza e fiducia, anche se a volte, ti confesso che barcollo... E' difficile stare accanto a qualcuno che non vuole il tuo aiuto :(

      Elimina
  3. Ho letto il post tutto d'un fiato. Abbraccio forte te e il tuo fidanzato, che siete una cosa sola... E vi auguro una Primavera bellissima dentro e fuori, una rinascita continua e costante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo di poter rinascere insieme, come coppia e come una cosa sola... Ti abbraccio forte forte!

      Elimina
  4. Ti avevo persa e ti ho ritrovata.
    Non demordere. Ricorda che a chi sta bene spetta il compito di essere forte per due. Ed è grazie anche a te (o a me per quanto riguarda mio padre) che lui ce la farà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti hai ragione: a noi spetta di risollevare il cuore non solo di chi sta male, ma anche il nostro.
      Non è per niente facile, perchè sulle spalle porti un peso per due...

      Elimina
  5. mi fa veramente piacere avere di nuovo notizie di te...
    i rapporti che si creano qui, come sempre , sono a coinvolgermi sconvolgendomi per la loro forza...
    abbraccio te, la tua forza, il tuo fidanzato e la sua forza, che insieme possiate vivere la primavera che meritate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I rapporti che si creano qui, credimi, sono migliori, più intensi e più veri di quelli che si creano nella vita reale. In questo momento, sono consapevole del fatto che la mia forza è la sua... E' difficile e complicato perchè mi devo sobbarcare del suo dolore e, allo stesso tempo, affrontare anche il mio...

      Elimina
  6. Ciao Layla, sono approdata sul tuo splendido blog dopo un tuo commento sul mio... Beh che dire, splendido... Io ti auguro davvero che questa cosa non abbia fatto che rafforzare il vostro rapporto, il vostro amore... Sicuramente sarà così, non temere... In bocca al lupo al tuo ragazzo affinché si rimetta presto, e in bocca al lupo a voi come coppia...

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti :)
      Sicuramente il nostro rapporto si rafforzerà, ma ne abbiamo affrontate e ne dovremo ancora affrontare tante...
      Speriamo di farcela :)

      Elimina
  7. Cara, mi dispiace tanto per quello che hai/avete dovuto passare :( avevo letto qualcosina su fb ma non ho osato chiedere per non sembrare inopportuna.
    Io sono sicura che il tuo ragazzo ha apprezzato il tuo volergli essere vicina e volerlo aiutare. È che quando stiamo male o stiamo passando un periodo buio capita che ci si richiude in se stessi e si è convinti che nessuno può capire il nostro dolore e quindi tendiamo ad allontanare gli altri... ma alla fine di tutto ciò, lui sarà contento e fiero di avere accanto una persona che nonostante tutto non ha mollato, ma ha stretto i denti e gli è stata vicino fino alla fine portandosi addosso il doppio del peso. Vedrai che ne uscirete più forti di prima.

    Intanto vi mando un abbraccio fortissimo e vi auguro il meglio :)

    RispondiElimina
  8. in che stato sarete, quello che hai provato pensando di perderlo ..
    . nulla importa
    solo che puoi stringere ancora la sua mano ♥
    baci

    RispondiElimina
  9. Ciao, ho letto l'ultimo post (anche se prima sono rimasta affascinata dalla grafica del tuo blog, è stupenda! Semplice ma perfetta! Sei bravissima!) e posso dirti intanto questo: E' andata. E' passata. E' finita. Adesso tranquillizzati, vivi serenamente ogni istante con Lui, assoporandoti qualsiasi momento. Perchè la vita è bella ,ma tremendamente fragile. Come il vetro. Tutto potrebbe spezzarsi in pochi secondi.
    Hai vissuto una forte tensione, questo dolore e sai bene quanto si sta' male "nel dubbio, nell'attesa, in bilico", ma ripeto... è passato.
    Abbraccialo e goditelo! ;)
    Ciao, scusa l'intrusione!

    RispondiElimina
  10. Si riesce a superar tutto, anche se nel farlo si tratta male l'altro/a. E' sempre un metodo di "autodifesa", che purtroppo fa male.

    RispondiElimina
  11. Mi spiace per il momento terribile che hai vissuto. Lo posso solo immaginare e ovviamente spero di non provarlo mai.
    Un augurio di pronta guarigione al tuo ragazzo. E un abbraccio virtuale a te.

    RispondiElimina