Respirare aria di casa...

10 Comments

Mi sono persa tra le strade della mia città, con la testa colma di pensieri e la voglia di non tornare più. Ho avuto paura di affrontare un destino che faticavo a sentire mio, fatto di problemi e di scommesse vinte a metà. Mi sono sentita inadeguata, al posto sbagliato al momento sbagliato, dovendo talvolta soffocare le mie emozioni e quelle poche ragioni che sapevo di avere. Ho visto sogni prendere forma e allo stesso modo disintegrarsi sotto un cielo stellato, con mio stupore e dispiacere.
Mi sono illusa troppe volte di potercela fare, di poter diventare qualcuno, anche quando il mondo intero sosteneva il contrario.
Ho lasciato altresì che la vita facesse il suo corso, a volte travolgendomi, altre volte scivolandomi addosso.
Mi sono chiesta infine, che senso avesse ritornare a scrivere dopo tanto tempo, in un angolo così sperduto del web. Ho creduto davvero che questo tempo non lasciasse più spazio ai pensieri, alla voglia di raccontarsi e riscoprirsi. Ma mi sbagliavo.
Scrivere fa sempre bene, per qualsiasi motivo lo si faccia. La scrittura scalda il cuore, attraversa l'anima e sì, distende anche le rughe. Ed io di rughe, in questo lasso di tempo, ne ho accumulate fin troppe. Mi sono ritrovata in una corsia d'ospedale, le mie mani intrecciate alle sue, nella speranza di infondergli coraggio anche se, io per prima, di coraggio non ne avevo. Ho pregato perchè tutto si risolvesse e con amore, ho desiderato il suo dolore, pur di non vedere più la preoccupazione scavargli il viso. Mi sono sentita presa di mira al lavoro, poco valorizzata e piuttosto sfruttata, non per la mia bravura ma perchè facevo comodo. Mi sono chiesta, mentre le lacrime scendevano copiose sul mio volto, se fosse davvero questo il mio destino. Ho dubitato fortemente del mio operato e delle mie capacità, non perchè fosse realmente così, ma perchè c'era qualcuno bravo a nonostante le mie competenze.
Ho assistito ai litigi dei miei genitori, mentre vedevo in loro mutato l'amore ed ho desiderato ardentemente di non diventare come loro.
Questo 2014 sta passando con fatica e, sulle spalle, sento i 12 mesi trascorsi. Naturalmente (e per fortuna!) non sono successe solo cose negative. Ma chissà perchè, sono sempre queste ultime che ricordo con più chiarezza. Torno quindi, ché di tornare ne avevo bisogno, senza aspettarmi nulla, senza chiedere nulla. Torno perchè mi andava di farlo, torno perchè nonostante tutto, ho sempre avuto bisogno di un posto dove potermi sentire a casa.






You may also like

10 commenti:

  1. Quante volte mi sono sentita così anch'io...ciao, sono Suman, ti seguo. <3

    RispondiElimina
  2. Che dire... Bentornata!!! Scrivere fa bene, è la migliore terapia per l'anima, secondo me... Ti auguro un felice 2015, che ti porti serenità e tante parole felici da lasciare qui...
    Un bacio...

    RispondiElimina
  3. Layla... ti capisco anche io... quando tante cose vanno male alla fine si ritorna sempre in quei luoghi accoglienti che ci sembrano un po' la nostra casa, dove possiamo essere al sicuro e dove possiamo spogliarci di noi stessi, senza maschere. Ti auguro che insieme a questo anno finiranno anche i momenti brutti... e rimarremo anche ricordare quelli sereni.

    Ti abbraccio :)

    RispondiElimina
  4. È giusto tornare nei luoghi familiari che danno sicurezza. Sono una buona base per ripartire.
    Bentornata :)

    RispondiElimina
  5. L'importante è tornare. I motivi non sempre contano. Sopratutto cerchiamo di ricordarci delle cose belle.. Le cose brutte riponiamole in un cassetto.

    RispondiElimina
  6. Ciao Layla, ti do un bentornato anche qui!
    Grazie per esser passata a salutarmi^^
    Vedo che il 2014 è stato per te un anno turbolento... ma credo sia giusto ricominciare dalle cose positive, da ciò che ti ha fatto star bene.
    Un abbraccio!

    Moz-

    RispondiElimina
  7. Come vorrei tu fossi qui con me ..il cancello è aperto , entra ti prego..
    Come ti capisco , in tutto, come ho provato e provo le tue contraddizioni, i tormenti, le illusioni, il dolore, lo svuotamento interiore..ma noi siamo qui , ti vogliamo, abbiamo bisogno di te ...io come non mai...
    Ti stringo forte, ti scaldo tanto, ti aspetto!!!

    RispondiElimina
  8. questo blog mi incuriosisce moltissimo e di conseguenza tu. Ti seguo e ti aspetto da me.

    RispondiElimina
  9. Ciao,Layla,spero che il nuovo anno ti abbia confermato il piacere di scrivere e di restare fra noi,con i tuoi post.Scrivere fa bene,davvero,e tu scrivi molto bene.Passerò ancora a cercarti e mi sono unita ai tuoi lettori.

    RispondiElimina
  10. Data assortment was carried out by NORC at the University of Chicago. The adult with the newest birthday was chosen as the survey respondent within each sampled dwelling unit. Participants were able to to} complete the BGPS online, by way of a paper-and-pencil survey, or by phone. Such form shall be filed with the Department of Agriculture and Consumer Services a minimum of|no less 카지노 사이트 than} 7 days in advance of the graduation of the game promotion. Have a form of winner protection that enables the group to confirm, after the moment bingo ticket has been performed, that the successful prompt bingo ticket offered for payment is an authentic successful prompt bingo ticket for the deal in play.

    RispondiElimina